aa

Edge Rank di Facebook | Una guida per capire come funziona l'algoritmo

Come funziona l'algoritmo di Facebook? Una breve guida sull'EdgeRank e le sue variabili

L’EdgeRank è l’algoritmo che gestisce le notizie di Facebook. In parole povere è l’EdgeRank che stabilisce quali notizie visualizzeremo all’interno della nostra News Feed e quale posizione debbano avere. Nel mondo del Marketing e della comunicazione questo insieme di formule che gestiscono il Social Network più utilizzato è un concetto fondamentale. Nonostante la sua importanza è difficile trovare persone, anche addetti ai lavori, che ne abbiano capito in pieno il suo funzionamento.

Questo perché Facebook modifica spesso il suo EdgeRank per correggere e migliorare le esperienze utente. Tra le ultime modifiche apportate, ad esempio, vi sono correzioni dovute a limitare il fenomeno della Post verità e delle bufale Online.

Come funziona l’algoritmo “EdgeRank” di Facebook?

Nonostante tutti i suoi periodici cambiamenti, l’EdgeRank di Facebook non subisce modifiche sostanziali da un giorno all’altro. Vi sono infatti tre importanti fattori che dal giorno della sua presentazione al pubblico a San Francisco nel 2010, non sono cambiati sostanzialmente.

Affinità (Affinity), Peso (Weight) e Tempo di decadimento (Decay Time) sono i tre fattori principali dell’algoritmo Facebook.

Affinità

Avrete sicuramente notato che ad apparire sulla vostra Home sono più frequenti le notizie dei vostri amici stretti. Questo perché instauriamo spesso conversazioni con loro. Qualsiasi nostra interazione (Mi Piace, Commenti e Condivisioni), con i post dei nostri amici, contribuirà ad aumentare la nostra affinità con quelle persone e le loro notizie, quindi, verranno visualizzate all’interno della nostra News Feed più spesso e posizionate più in alto.

Per le aziende che possiedono una Pagina Facebook questa variabile dell’EdgeRank è invece, un piccolo/grande scoglio da superare. Questo perché non potranno apparire nella Home dei loro potenziali clienti se non riescono a ottenere Engagement. Dato che il traffico organico di una qualsiasi Pagina Facebook ammonta all’incirca al 6% della propria Fanbase, per aumentare il proprio raggio di visibilità e alzare quella percentuale occorre investire in pubblicità.

Peso

Per Peso si intende sia l’importanza che Facebook attribuisce a un determinato tipo di post che la quantità d'interazioni stimolate da quel post. Procediamo con ordine. Non tutti i post sono uguali. Vi sono tipologie che per Facebook sono più importanti e ai quali attribuisce un punteggio maggiore. L’ordine d’importanza dei contenuti di Facebook è il seguente:

1. Video

2. Foto

3. Link

4. Testo

Il potere decisionale con il quale viene data più importanza a un contenuto rispetto che a un altro è tutto nelle mani di Zuckerberg. Ad esempio, nel momento di lanciare i Video In Diretta, Facebook ha attribuito a questo tipo di post un'importanza maggiore rispetto ad altri tipi di video.

A ogni modo anche il peso delle interazioni è importante. Un post di solo testo con moltissimi commenti e condivisioni avrà un peso maggiore di un Video in Diretta che non ha ottenuto neanche un Mi Piace.

Tempo di decadimento

Ogni post su Facebook ha un ciclo di vita all’interno della News Feed. Più commenti e condivisioni colleziona un post più aumenta il tempo di permanenza. Ma attenzione: non può aumentare all’infinito. Comprendere questa variabile e saperla utilizzare a nostro favore è più un’arte che una scienza esatta. C’è infatti chi preferisce, ad esempio, pubblicare i propri post in momenti della giornata in cui ci sono pochi utenti collegati. In questo modo ci sarebbe meno concorrenza e il tempo di permanenza nelle News Feed aumenterebbe. Pubblicando negli orari di maggior traffico su Facebook il tempo di permanenza si riduce ma aumenta la probabilità d'interazioni.

Desidera approfondire l'argomento?